Grotta dei desideri, Vince Marco Maisto.

La grotta dei desideri Vince: Marco Maisto, seconda Annalisa di Lazzaro, terzo posto a Marco Sfregola.

Amantea,  4 agosto una serata davvero memorabile che, condotta da Ernesto Pastore, Erica Cunsolo e Maria Francesca Calvano, ha celebrato al meglio il traguardo della decima edizione in cui si sono esibiti ben diciotto stilisti in concorso da ben dodici regioni d’Italia hanno presentato in passerella le proprie collezioni: l’alto livello del lavoro sartoriale, lo studio accorto sulle forme e sui tessuti e la ricerca dell’innovazione.

La scelta, da regolamento, da parte del presidente di giuria Nino Masso ha infine decretato il vincitore della decima edizione della Grotta dei desideri, premiato dal sindaco di Amantea Monica Sabatino: è il campano Marco Maisto. «La scelta dei tessuti – spiega sul suo défilé – si basa sul contrasto tra naturali, come la tela di lino, l’otthoman in seta e la maglia aperta di lana, e sintetici ma ecosostenibili, come la vernice che ho creato con polimeri ad impatto zero e montato su un tnt di cotone organico».

Per lui (destinatario anche del premio della stampa consegnatogli dalla giornalista e conduttrice Rai Roberta Gangeri e prescelto per uno stage presso un importante marchio) una borsa di studio da mille euro patrocinata da Banca Mediolanum – tra i grandi partner della kermesse – ed uno shooting fotografico professionale (da tenersi in autunno) che si è aggiudicata anche la seconda classificata: la calabrese Annalisa Di Lazzaro, premiata dal vicesindaco Giovanni Battista Morelli, a cui va inoltre una borsa di studio da cinquecento euro patrocinata anch’essa da Banca Mediolanum. Sul terzo gradino del podio il pugliese Marco Sfregola, premiato da un prestigioso nome della moda quale Maria Katia Doria, che ha ottenuto anch’egli il diritto di partecipare agli scatti fotografici. È così che la Grotta dei desideri contribuisce significativamente ad incentivare il made in Italy e la formazione dei giovani nel settore, con la prospettiva nell’edizione avvenire d’incrementare le quote. L’aver mancato il podio non ha scoraggiato certo gli altri stilisti in concorso che potranno partecipare alle selezioni per l’edizione 2015: il bando sarà pubblicato il 1° ottobre prossimo.

La moda è stata splendidamente rappresentata inoltre dal marchio lametino Sposa Lucy: le creazioni di Claudia Ferrise ancora una volta hanno incantato per fascino e magnificenza. Graziano Amadori ha portato in passerella tutto lo charme di una collezione dallo stile inconfondibile che ha raccolto il plauso del pubblico. Fine eleganza per l’abito presentato in anteprima nazionale da Masso, già modellista della maison Fendi,  i cui proventi all’asta andranno a favore dell’Associazione italiana per la ricerca sul cancro. Un felice ritorno sul palco della Grotta dei desideri anche da parte di Simari Gioielli, ancora una volta all’insegna della grazia e dell’unicità dell’alta oreficeria. Stili di moda tutti ben interpretati dalle modelle coordinate dalla team leader Anna Greco, acconciate da Top style by Ada Rega e truccate da Antonella Morelli (MasterFormazione), Carmela Maschio e Rita Montesanti.

Accanto alla gara ed alla moda pura, le personalità premiate. Particolarmente significativa la consegna del riconoscimento “Cinema e fiction” all’attore Simone Montedoro, il capitano dei Carabinieri Giulio Tommasi nella fortunata serie “Don Matteo” di RaiUno, da parte del colonnello Vincenzo Franzese del Comando provinciale dei Carabinieri di Cosenza: un momento che ha visto incontrarsi finzione e realtà e con cui la manifestazione ha inteso celebrare il bicentenario della fondazione dell’Arma. All’attrice Sara Santostasi, volto noto degli sceneggiati più in voga degli ultimi anni, il premio “Tv e moda”, mentre all’oro nella scherma alle Olimpiadi di Pechino del 2008 Matteo Tagliariol è stato consegnato il riconoscimento “Moda e sport”. Premio “Job e fashion” per la modella e showgirl Claudia Borroni. Oltre all’opera del maestro Pedrito Bonavita – simbolo d’accoglienza e tradizione – per le personalità intervenute il vino delle Fattorie iGreco che pure quest’anno hanno prodotto un’esclusiva bottiglia celebrativa della Grotta dei desideri.

Un avvincente monologo dell’attrice Annalisa Insardà ha rappresentato il preludio, nel finale, alla proclamazione dei vincitori che ha segnato la chiusura di un’edizione indimenticabile, tale anche perché arricchita quest’anno di due ulteriori appuntamenti: la conferenza introduttiva e la “Grotta dei desideri – Fashion dinner” nella suggestiva cornice del Grand Hotel La Tonnara che si sono aggiunte all’Anteprima che ha visto la partecipazione quest’anno, tra gli altri, dell’editorialista del Corriere della Sera Candida Morvillo. I fashion designer, dopo gli splendidi giorni trascorsi insieme all’Hotel Village La principessa accomunati dal sogno della passerella, hanno lasciato Amantea ma porteranno senza dubbio nel cuore un ricordo indelebile dell’evento.