Abitare oltre i confini della casa

Rivoluzionare I’idea  di abitare, oggi non è più un concetto racchiuso tra le mura delle propria abitazione, ma si estende oltre i confini della casa, anche nella progettazione delle città e degli ambienti di lavoro. 
Un esempio tangibile è stata l’evoluzione delle banche, che hanno perso l’impronta di istituti freddi e formali, ma si sono trasformate facendo del design e dell’accoglienza delle proprie filiali un punto focale, non solo per un fattore estetico ma anche psicologico, accogliere far sentire a casa e “vivere” anche fuori dalla mura domestiche in ambienti straordinari.

A tal proposito chiediamo ad Andrea Sanna (in foto), creativo ed imprenditore milanese che ha fondato la sua impresa (De Linea) racchiudendo questo concetto.

“ogni atto di creazione è prima di tutto un atto di distruzione


Andrea, come si  creano ambienti innovativi?
< C’è bisogno certamente di comprendere i bisogni di chi vivrà l’ambiente, ma è fondamentale avere il genio creativo. >

Cosa intendi?
< Il genio creativo non è conformista, ogni atto di creazione è prima di tutto un atto di distruzione, di rottura con il passato, è così che si abbattono le barriere e si trasformano gli ambienti, i  veri e propri nuovi mondi. >


Quanto è importante avere questi nuovi mondi anche nelle imprese?
< Le imprese investono sul  loro rinnovamento, sulla creazione di ambienti nuovi e vivibili, mi è capitato più volte di dover elaborare nuovi progetti a riguardo. >


Dove vuole arrivare Andrea Sanna? 
< De Linea (l’impresa del creativo Andrea Sanna N.d.R.) non ha una meta, è In continua evoluzione, il genio, la creazione è qualcosa che non si ferma mai, recentemente a Milano in viale montenero abbiamo inaugurato un nuovo showroom, ma prima di tutto è un ambiente creativo dove incontrare il cliente e perché no, nuove idee insieme a chi viene a trovarci. >


In conclusione, quale che sia il vostro concetto di vivere, di certo coinciderà con quello di essere in armonia con l’ambiente circostante, ed il nuovo concetto di “vivere” ed “abitare” è in continua evoluzione proprio verso questa direzione.

la Redazione