Bianchi e Nardi 1946, il richiamo della foresta pluviale e tropicale.

La collezione primavera-estate 2016 Bianchi e Nardi 1946 nasce dalla natura selvaggia della foresta pluviale tropicale. Resi soffici dalla concia al vegetale, nobilitati da esclusive tinte naturali e lavorati da sapienti mani artigiane, i pellami di coccodrillo, pitone e struzzo sembrano quasi far ritorno al loro habitat naturale. E le borse vibrano come attraversate dalla magia e dalla diversità della foresta pluviale: dal grigio-verde delle pietre ricoperte di muschio ai toni scuri del sottobosco passando per il turchese iridescente delle ali di una farfalla; dalle tonalità contrastanti del becco di un tucano alle geometrie cangianti disegnate dal sole sulle chiome degli alberi.

Cinque i temi ma accomunati da quelli che sono i tratti distintivi Bianchi e Nardi 1946: la esclusiva chiusura gioiello in perla di pietra d’agata, i manici decorati a mano, le audaci combinazioni di colori, forme e materiali, insieme ai pellami esotici di altissima qualità certificata. e la straordinaria vocazione all’eccellenza artigiana.