L’uomo di Christian Pellizzari. MFW 2015.

Milano Moda Uomo è l’appuntamento da non perdere per chi è attento alle novità del prèt-à-porter e per chi vuole rimanere aggiornato sulle ultime tendenze lanciate delle principali maison della moda italiana. Sempre maggiore è infatti l’interesse per la moda maschile e ogni anno buyers di tutto il mondo si danno appuntamento a Milano, a Gennaio per la collezione Autunno/Inverno e a Giugno per la collezione Primavera/Estate.

Anche quest’anno un calendario ricco di appuntamenti, dal 19 al 23 Giugno 2015 la capitale della moda italiana si è riempita di modelli stranieri che la sera sorseggiavano un drink sui Navigli e il giorno sfilavano sulle passerelle delle più rinomate location milanesi. Il giorno 23 giugno presso Palazzo Serbelloni, Corso Venezia 16, si è tenuta la sfilata di Christian Pellizzari, giovane e promettente designer italiano.

Nato a Treviso, trentaquattro anni fa, Pellizzari entra nel mondo della moda da giovanissimo. Laureato al Polimoda di Firenze, da sempre pone grande attenzione per le giacche sartoriali da uomo. Trasferitosi a Parigi lavora per due stagioni presso la maison Vionnet, tornato in Italia lancia il marchio che porta il suo nome. Pellizzari pone grande amore per la sartoria maschile, già dalle sue prime esperienze presso vari laboratori artigianali e lavorando per il brand Tonello.

Per la Primavera/Estate 2016 Pellizzari ci accoglie con un’anima barocca. Amante del mix, anche per questa collezione fonde insieme la praticità dei giovani d’oggi con l’orientalismo dei collezionisti del passato. Blu, verde, bordeaux, kaki, salvia, denim. Pellizzari mixa insieme anche colori apparentemente lontani. Richiama il mondo dell’antica Cina, del Giappone e dell’India. Anche in questa collezione il jacquard è il vero protagonista indiscusso che impreziosisce bomber e sneakers. Da un lato funzionalità e praticità e dall’altro lato eleganza e formalità, mixato il tutto con il raffinato gusto dello stilista italiano. Tra gli uomini in passerella Pellizzari fa sfilare anche capi da donna, pezzi della collezione 2016, l’ultimo abito è sfavillante e chiude splendidamente la collezione del giovane veneto.

Roberta Salustri