MADMOOD, MFW: GRAN FINALE CON VALERIA MARINI

LUNA BERLUSCONI, STILISTI E ARTISTI INTERNAZIONALI CELEBRANO I 50 ANNI DI ASSOMODA

MILANO – Premiati i migliori stilisti e professionisti del make up ed hair style La bellezza formosa di Valeria Marini, testimonial d’eccellenza della bellezza italiana “curvy” ha caratterizzato le sfilate della Milano Fashion Week, organizzate dal format MadMood, polarizzando l’attenzione del pubblico nel corso della chiusura dei defilé presso il Palazzo dei Giureconsulti.

La moda milanese ha festeggiato così il mezzo secolo di attività di Assomoda e ha rilanciato con forza la donna “curvy” per le collezioni Donna primavera/estate 2020.

La passerella, sovrastata dalla tavola realizzata da Luna Berlusconi e intitolata “Divina”, ha visto anche la presenza, oltre che dell’autrice dell’opera d’arte, anche di Paolo Berlusconi e di rappresentanti di istituzioni internazionali quali i consoli generali di Argentina e Serbia.

Il momento centrale delle celebrazioni si è svolto poi in serata, presso il Baglioni Carlton Hotel, alla presenza del presidente onorario della Camera della Moda Italiana Mario Boselli che ha premiato la giovane stilista Dalila Recchia come miglior designer. Autrice della collezione Psicosoma, la stilista pugliese rappresenta un ritorno alla moda essenziale, senza maschere o eccessi. Sempre Boselli ha premiato anche Isabella Di Matteo come miglior total look con la collezione Woman of light, un lavoro di atelier che mette in luce con i suoi tagli morbidi le donne formose: testimonial d’eccezione le modelle dell’associazione Le Boteriane di Laura Panigatti.

La premiazione è proseguita poi con il premio Assomoda, consegnato dal presidente Giulio Di Sabato alla stilista molisana Pasqui Altieri protagonista in passerella con Pret-a-Ceremony, abiti da cerimonia che evidenziano forme e sensualità: Francesca Maria Giuliano (modella formosa protagonista del red carpet della Mostra del Cinema di Venezia 2019) e Sylvie Lubamba (ex valletta di Piero Chiambretti) hanno rappresentato concretamente il senso di questa collezione.

Valeria Marini con il presidente Di Sabato hanno poi incoronato Suzana Peric come miglior designer straniera con la sua Perla Bianca, un lavoro che evidenzia la bellezza della donna come una perla fuori dalla sua conchiglia: la stilista serba ha avuto proprio Valeria come testimonial del suo brand fascinosa e sensuale.

Le premiazioni sono proseguite con l’assegnazione del titolo di miglior make up artist a Valeria Orlando e miglior hair stylist a Franco Bono.

Valeria Marini è stata poi proclamata ufficialmente ambasciatrice e madrina per i progetti “charity” della Miracle Africa International Foundation fondata da Nadia Murabet, assieme al presidente di Assomoda Di Sabato: assieme sosterranno concretamente il talento, spesso sconosciuto ma prezioso, di tanti giovani stilisti africani che potranno essere portati alla ribalta nelle aree geografiche più importanti del mondo con fashion show a loro dedicati e altre iniziative.

La Marini agirà all’interno della Miracle Africa International Foundation (che ha ricevuto anche un contributo economico da parte della stilista Suzana Peric) nel contesto di International Fashion for Peace, un progettoche si occupa di promuovere una cultura di pace attraverso il mondo della moda.

Il party ha visto poi la partecipazione di famose showgirl come Lory Del Santo, Guendalina Canessa, Ambra Lombardo e Susanna Messaggio, oltre a Martina Nasoni, vincitrice del Grande Fratello 2019.

Si chiude così la sesta edizione di questo evento moda organizzato da Mad Mood,( www.madmood.com) uno dei format più audaci e particolari presenti sulla piazza milanese ideato da Marianna Miceli: una vera e propria celebrazione della donna e delle sue forme in tutti i modi possibili, dall’arte su tela al body painting passando per la fotografia professionale.

Proprio Marianna Miceli infineè stata scelta dalla stilista Carmen Clemente per incarnare la sua collezione Kiss Me, abiti da cerimonia che valorizzano la bellezza delle donne curvy evidenziando le loro forme con eleganza.

La collaborazione internazionale con Excellence Magazine, media partner per l’Europa, Stati Uniti e i Paesi Arabi, ha connotato l’evento moda Mad Mood come un vero e proprio laboratorio di stile “globale” che riunisce le principali fonti di nuove esperienze delle economie emergenti nel mondo del fashion odierno.