Nasce dai palpiti del cuore la collezione di Francesca Liberatore

A conquistare le passerelle newyorkesi quest’anno ci ha pensato la giovane designer italiana Francesca Liberatore che, in occasione della Fashion Week appena trascorsa, ha presentato ufficialmente la sua palpitante collezione primavera estate 2016.

La chiave stilistica e iconografica che ottiene il titolo di protagonista dell’intera collezione è il cuore rappresentato nelle sue fattezze reali che, oltre a dover essere inteso come semplice metafora per trasmettere l’animo e la passione con cui la talentuosa stilista ha dato vita a capi di intrinseca poesia e bellezza, si possa percepire un concetto alla base più profondo e vivo.
Un’ispirazione che si tramuta in forme, colori e stampe dove il leimotiv richiama il centro della vita e che dona respiri a capi unici in grado di far trasparire la forza dell’animo umano e tutte le sue emozioni più vere e intense.

Tra tocchi di femminilità dati da un tulle lineare e quasi impalpabile sfoggiato nelle tonalità più calde e sanguinee dell’arancio o in un nero deciso e dark, si distinguono riflessi scintillanti su abiti a sottoveste e lunghe maglie asimmetriche.Mentre tra organze, seta e chiffon si incontrano nodi- stretti ed intrecciati su tuniche, gonne e ampi pantaloni su sfondi di un bianco puro e rosso sangria.
Il corpo e il cuore si mettono a nudo in un connubio di tessuti velati, delicati e preziosi su cui pulsano stampe, ricami, jacquard o cristalli Swarovski nelle forme di questo cuore vivo e reale, diretto a richiamare l’attenzione sul mood scelto.

Il lavoro e la dedizione di Francesca Liberatore l’hanno portata a raggiungere numerevoli successi in tutto il mondo diffondendo attraverso i suoi capi un messaggio sempre ben preciso dove la donna che sfila sulla passerella sa di avere in mano le redini della propria vita, pronta ad affrontare ogni giorno nuove sfide o scelte difficili, pronte e confidenti nel loro buon cuore.

Federica Rausa