Quando moda e sociale si uniscono.

Acqua for Life ChallengeIl mondo della moda e del sociale qualche volta incrociano le loro strade, grazie all’impegno di stilisti e  grandi marchi. E’ il caso di citare due, che hanno dato un loro contributo in questo senso, ma in due differenti modalità: Marina Spadafora, Giorgio Armani

Etica e passione per la moda sono due parti di sé che Marina Spadafora, stilista per noti marchi quali Miu Miu, Prada, Salvatore Ferragamo, è riuscita a far andare di pari passo nella sua attività, sposando le sue capacità artistiche con la sapienza degli artigiani del Sud del mondo.

«Le mie convinzioni spirituali ed etiche sono sempre state forti» afferma Spadafora «Trovavo difficile passare ore ed ore a discutere di cose che non consideravo importanti, a discutere della lunghezza di una gonna piuttosto che la tonalità, perché non aveva un segno nobile che guardasse più in là oltre al mero guadagno e l’estetica». L’idea di Spadafora è proprio quella di una “moda etica” che non si serva del lavoro minorile, che si preoccupi di dare la giusta paga e di far lavorare i dipendenti in un ambiente marina spadaforasano, accogliente e sicuro e, infine, che abbia un occhio per i materiali ecosostenibili. E’ così che nasce la sua prima collezione “Auteurs du monde” disegnata  per Altromercato , ovvero “autori nel mondo”: «Si tratta di un omaggio ai nostri artigiani con i quali noi lavoriamo nel continente asiatico, in Africa e in Sud America» racconta «lavoratori che appartengono prevalentemente a cooperative sociali che sottostanno alle regole del Commercio Equo e Solidale». Ogni capo “Auteurs du monde”, insomma, ha un contenuto estetico, un contenuto qualitativo, e tutta una serie di plusvalenze etiche che lo rendono unico.

Marina spadaforaGiorgio Armani da anni è impegnato nel sociale con la campagna “Acqua For Life”. L’iniziativa charity del noto marchio armani,acqua lifeitaliano torna anche in questo 2013 ed è giunta alla sua terza edizione. Oltre a Green Cross International per Ghana e Bolivia e Unicef negli Stati Uniti, quest’anno Armani si unisce a un nuovo partner, Sean Penn, per un nuovo obiettivo di solidarietà: Haiti. Ricordiamo che, con la campagna Acqua for Life 2011, Giorgio Armani era riuscito a raccogliere più di 43 milioni di litri di acqua a favore di Green Cross, attraverso la costruzione di pozzi in 16 comunità rurali del Ghana che precedentemente non avevamo accesso all’acqua. «L’impegno di Acqua For Life continua, in collaborazione con Sean Penn e la sua associazione» ha dichiarato Giorgio Armani «Sono felice di poter prendere parte alle importanti attività al servizio del prossimo di cui si occupa. Il suo operato è perfettamente il linea con il programma Acqua for Life e unire le forze è stato naturale». L’attore è CEO della J/P Haitian Relief Organization, a cui Acqua For Life dona 500mila dollari a sostegno delle attività relative all’acqua, sanità e igiene. Ma come contribuire realmente alla sua causa? Sarà sufficiente acquistare una fragranza Acqua di Giò o Acqua di Gioia per donare automaticamente 100 litri di acqua potabile, oppure mettere “like” alla pagina di Facebook (ogni like vale 50 litri). L’iniziativa proseguirà fino al 31 maggio.

Elena Marino