Salvatore Piccione: praticità e innovazione sfilano al MAXXI di Roma

 Il Museo delle Arti del XXI secolo ha spalancato le porte al vincitore della decima edizione di Who is On Next? Il progetto scouting, ideato da Alta Roma in collaborazione con Vogue Italia, che ha premiato Salvatore Piccione per la particolarità e l’innovazione con cui veste la donna attraverso stampe dal taglio contemporaneo e facilmente indossabili.

Il 31 gennaio 2015 Il MAXXI è diventato teatro d’eposizione per la collezione A/I 2015-2016 del brand Piccione•Piccione: le stampe costituiscono il seme creativo del giovane stilista siciliano e orbitano intorno a quattro elementi stilistici fondamentali: la silhouette irregolare del papavero, il camouflage vegetale, l’esotismo del paisley, il rosso&nero della coccinella. Le trame degli abiti confluiscono in una vera e propria trasposizione iconografica che accompagna il pubblico nella dimensione onirica e creativa del designer. I capi sono arricchiti con Swarovsky bianchi, smeraldi, rubini, ricami realizzati a mano, le gamme di colori variano dal verde bosco, blu royale, marsala, bianco neve e nero profondo.

Le linee sono definite dall’uso della maglieria: accostate al corpo su abiti, gonne e speciali top in maglia ricamata. Il nero è coprente e trasparente, sensuale e romantico. La maglia è protagonista anche di capispalla, macro cardigan e mantelle con le frange. Lo shantung definisce linee godet per abiti e gonne a corolla. Il pantalone asciutto e il cappottino abbinato sono in broccato,prezioso e cangiante. Lo chiffon, tessuto sempre presente nella collezione, crea fluidi abiti da sera o si snoda in piccole deliziose ruches sulle maniche o su una miniskirt a balze.

PH: imaginando.photo

La Redazione