Sonatina, piccole scarpe per piccoli piedi.

 

Just do it!”, esclama la shoesdesigner Lena Aboo, sorridente dietro la sua tazza di caffè americano.
Sì, se non fosse che è uno slogan già in uso, sarebbe quello di Sonatina!”.
Basta davvero volerle farle le cose”, aggiunge convinta.
Nel 2007, incinta del primo figlio, Lena, mai soddisfatta dagli acquisti per il nascituro, prova a fare un paio di scarpine, utilizzando la pelle di una gonna trovata nell’armadio della madre.

Le scarpe sono una delle mie passioni! Allora, un po’ per gioco ho iniziato a crearne diversi modelli e quando li ho mostrati ho ricevuto riscontri positivi. Alcune persone mi hanno subito richiesto degli ordini!”.

Ed è così che nasce Sonatina, un mondo pensato per bambini dagli 0 ai 8 anni, dove si coniuga l’esigenza di comodità con la qualità dei materiali.
Per ora stiamo lavorando sulle scarpe ma non escludo che Sonatina possa crescere. Io lo immagino come un piccolo mondo, armonico ma non per forza finito. In costruzione oserei dire”.
Nel 2012 si aggiunge Sanja Stojanovic, in veste di socia e Product Manager. Le due si conoscono alla scuola materna dei rispettivi figli. “Quanti caffè e chiacchiere insieme!”, esclamano ripensando ai loro primi incontri.
Attualmente possono vantare la loro presenza in diversi saloni internazionali dedicati al childrenswear (Pitti Bimbo, Playtime Paris) e diverse apparizioni su prestigiosi magazine di moda (Milk, Vogue Bambini).
Inoltre Sonatina è un progetto selezionato e supportato dalla Camera Nazionale della Moda Italiana, che ha dato visibilità al marchio tramite eventi di rilevo come Milano Main, Fashion Hub e Fashion Kids.

Il nostro è tutto Made in Italy. L’Italia può vantare l’eccellenza sia per i materiali che per la lavorazione dei materiali. Noi, in realtà, vendiamo più che altro all’estero”, racconta Sanja.
Si stima, infatti, che in Italia nel 2013-2014 la moda Junior (termine che comprende l’abbigliamento in maglia e tessuto per ragazzi/e di età tra 0-14 anni, intimo ed accessori inclusi) abbia avuto un calo di fatturato pari al -3,2%, dovuto specialmente alla debolezza del mercato interno. Rimangono, però, positivi i dati sull’esportazione (con un aumento del +2,2%).
La moda per bambini ha delle peculiarità che ben la distinguono da quella per adulti: una “consumazione” più veloce e il fatto che i bambini non sono fruitori autonomi.

Consapevoli, Sanja e Lena raccontano: ”Spesso i genitori concepiscono i figli come dei mini me! Li vestono esattamente come loro”. Si tratta di un vero e proprio fenomeno di “adultificazione”, una tendenza a vestire i bambini come adulti. “Personalmente non lo trovo riprovevole, se si tratta di dare un imprinting che sappia far apprezzare la cultura della bellezza e dell’arte”, afferma Lena, aggiungendo, però, quanto abbia sempre voluto far emergere nelle sue collezioni gli elementi del gioco e della musica.
Per la nuova stagione, invece, ho in mente una linea che trarrà ispirazione anche dalla pasticceria, una delle mie tante passioni!“.
Pronte a correre ad un importante appuntamento di lavoro, le due rammentano: ”Ci sono state molte difficoltà, non ultime quelle burocratiche. Ma noi non abbiamo mai smesso di crederci!”.

sito: www.sonatinaword.com

Eden Uboldi