MUTAZIONI PLASTICHE, DI CATERINA TOSONI

Ecco una straordinaria mostra,dove un problema diventa una risorsa, dove la plastica diventa arte e dove l’arte diventa plastica, in un mix quasi perfetto i due elementi si mescolano con armonia per creare opere straordinarie.

5d9bd784bfd234610bf8ba15e7ad6a4e_S

3068401627

286260120036367498_H2PsaQx2_b

286260120036367507_DtZxn9OU_b

“Mutazioni plastiche”  è una mostra  dell’artista Caterina Tosoni a cura di Milo Goj,  svoltasi  a Milano nello Spazio Oberdan, in cui sono state esposte le  straordinarie opere dove l’ uomo e il rapporto con la plastica è raffigurato in varie forme. La plastica che sommerge l’uomo imprigionandolo, oppure la plastica che completa l’uomo rendendolo una sorta di ciborg, o ancora la plastica che si integra con le storiche opere d’arte che fin da bambini siamo stati abituati a vedere in una luce del tutto diversa. La plastica insomma un materiale che la natura sembra aver dimenticato di creare, e che troppo spesso viene considerato solo un problema qui invece diventa risorsa.